Crea sito

Riforma, sconfitta per Trump: Obamacare vince ancora.

Primo scacco legislativo per il presidente: la nuova legge del partito Repubblicano è stata ritirata prima del voto alla Camera dei Rappresentanti, perché sarebbe mancata la maggioranza necessaria all’approvazione. Tycoon furioso: “Presto esploderà”

L’Obamacare, la riforma sanitaria tanto voluta dall’ex presidente Usa, la cui abolizione era stata uno dei cavalli di battaglia di Donald Trump durante la campagna elettorale, almeno per l’immediato futuro resterà in vigore. E’ il risultato della fronda interna al partito repubblicano, che ha fatto mancare i voti necessari all’approvazione di una nuova legge. Al punto che il provvedimento è stato ritirato prima che venisse bocciato dal voto della Camera dei Rappresentanti.

 

“Oggi è un giorno deludente per noi, abbiamo deluso le aspettative”, ha ammesso lo speaker della Camera Paul Ryan in una conferenza stampa. “Fare grandi cose è difficile – si è giustificato – e il presidente Trump ha fatto il possibile in questo sforzo”. Ryan ha detto di aver suggerito lui al presidente il ritiro del provvedimento, perché, ha spiegato, non avevano i voti sufficienti per approvare la loro riforma sanitaria, in particolare per il no dei deputati conservatori del freedom caucus. “Vivremo con l’Obamacare per l’immediato futuro”.

Immediata la reazione del presidente. Parlando dallo Studio Ovale, Donald Trump, ha sostenuto che il progetto di legge per la riforma sanitaria repubblicana era “molto vicino all’approvazione”, prima di essere ritirato, e ha ammonito che l’Obamacare “esploderà”.

LEGGI TUTTO

You may also like...